Maria Consiglia Rasulo

Maria Consiglia Rasulo

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


spettroNel 2002 i campi elettromagnetici (CEM) di bassa frequenza (0-300 Hz; ELF), associati alla trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica, e nel 2011 i CEM a Radiofrequenza (30 kHz-300 GHz; RF) sono stati classificati dall’International Agency for Research on Cancer (IARC) in classe 2B come “possibili cancerogeni” per l’uomo, essenzialmente sulla base di evidenze epidemiologiche. La conoscenza scientifica degli effetti biologici e della loro rilevanza per quanto concerne eventuali rischi per la salute è tuttora lacunosa.

L’attenzione dei ricercatori IREA è rivolta agli effetti dei campi elettromagnetici sia di bassa (50 Hz) sia di alta frequenza, con particolare riferimento alle frequenze in uso per la telefonia cellulare (800-2000 MHz). Le sperimentazioni biologiche in vitro svolte presso l’IREA tendono ad individuare eventuali meccanismi che spieghino possibili interazioni tra i campi elettromagnetici ed organismi viventi per fornire o meno plausibilità all’ipotesi di cancerogenicità. Grazie alle competenze multidisci-plinari dei ricercatori IREA, vengono progettati e realizzati sistemi di esposizione in accordo con gli standard di qualità dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità per esposizioni in vitro, al fine di adottare condizioni ben definite e rigorosamente controllate in termini sia dei parametri elettromagnetici sia ambientali. I sistemi di esposizione, pilotati da computer, vengono alloggiati in incubatori per colture cellulari al fine di garantire nei campioni biologici le condizioni ottimali di temperatura, di anidride carbonica e di umidità. Sistemi uguali a quelli impiegati per le esposizioni, ma non alimentati, vengono utilizzati per alloggiare i campioni di controllo (campioni sham) al fine di escludere che gli effetti eventualmente riscontrati siano dovuti alle condizioni che si creano all’interno dei sistemi espositivi e non ai CEM. A valle delle esposizioni, i campioni cellulari vengono processati per la valutazione di endpoints biologici per i quali sono stati riportati effetti e già esiste evidenza di replicazione in letteratura. Tra gli effetti studiati, quelli a carico del DNA hanno un ruolo chiave poiché danni al materiale genetico sono sempre presenti nelle prime fasi del processo di cancerogenesi.

Nell’ambito di queste attività, vengono anche studiati gli effetti di esposizioni combinate in presenza di agenti chimici o fisici al fine di individuare l’eventuale effetto di co-promozione dell’evento cancerogeno che, come è noto coinvolge numerosi fattori. Nell’ambito dello studio degli effetti cooperativi, recentemente i ricercatori dell’IREA, in collaborazione con l’Università di San Antonio in Texas, hanno dimostrato che pre- esposizioni di cellule di mammifero a CEM alla frequenze in uso per la telefonia cellulare sono in grado di offrire protezione da successivi trattamenti mutageni sia chimici sia fisici (Risposta Adattativa). Questo è un aspetto molto interessante che apre nuovi scenari per lo sviluppo di nuove applicazioni in ambito biomedicale. Due delle pubblicazioni scientifiche sulla risposta adattativa indotta da radiofrequenza sono state selezionate per la pubblicazioni in due diverse edizioni degli Highlights del CNR.

geohazard-tepIl progetto GEP ha lo scopo di implementare una piattaforma informatica per lo sfruttamento massivo e automatico di dati satellitari di Osservazione della Terra, con particolare riferimento alle passate missioni ESA (es. ERS, ENVISAT) e alle missioni del programma Copernicus (Sentinel). In particolare, la piattaforma consentirà: l'accesso ai dati, la disponibilità di "tool" e risorse per la loro elaborazione in remoto; la condivisione dei risultati fra gli utenti della piattaforma. L'attività di IREA consiste nell'implementazione di un sistema per l'elaborazione sistematica e massiva di dati SAR acquisiti dal satellite Sentinel-1 al fine di generare, in maniera automatica e "unsupervised", mappe e serie temporali di spostamento del suolo tramite la tecnica SBAS di Interferometria Differenziale SAR (DInSAR). IREA inoltre svolge, in stretta collaborazione con ESA, il ruolo di Scientific Communicator della piattaforma stessa, con il compito principale di selezionare, analizzare e pubblicizzare le attività svolte e i risultati ottenuti tramite la piattaforma GEP.

Committente: ESA (European Space Agency)

Prime contractorTerradue UK Ltd

Periodo di attività: 2015 - 2019

Finanziamento IREA:  € 80.000

Responsabile IREA: Francesco Casu

Attività: Utilizzo di piattaforme cloud per l'elaborazione di dati SAR interferometrici

Tematica: Rischio vulcanico, sismico e idrogeologico

 

7 Dicembre 2015 ore 10:30, sala multimediale IREA via Diocleziano 328, Napoli. Seminario del Dr. Julie Gehl, del Center for Experimental Drug and Gene Electrotransfer Department of Oncology, Copenhagen Unversity Hospital Herlev Denmark, dal titolo: "Employing electric fields in medicine; how drug and gene delivery by electroporation has reached clinical practice and how novel treatment paradigms are evolving using this technology"
7 Dicembre 2015 ore 10:30, sala multimediale IREA via Diocleziano 328, Napoli. Seminario del Dr. Julie Gehl, del Center for Experimental Drug and Gene Electrotransfer Department of Oncology, Copenhagen Unversity Hospital Herlev Denmark, dal titolo: "Employing electric fields in medicine; how drug and gene delivery by electroporation has reached clinical practice and how novel treatment paradigms are evolving using this technology"
19 novembre ore 14.00 - 18.00. Politecnico di Milano, Aula S02 del Campus Leonardo in Via Celoria 1. Mapathon@Polimi>, un workshop per contribuire a creare mappe libere.
16 - 18 novembre 2015, Auditorium dell'Area della Ricerca di Pisa. Conferenza del Dipartimento DIITET.
24 ottobre 2015, ore 15:00. Biblioteca Berio, Sala dei Chierici, Genova. Nell'ambito della tredicesima edizione del Festival della Scienza incontro dal titolo "La Terra alla conquista del suo equilibrio". Ne parlano Giuseppe Solaro e Vincenzo De Novellis.

16-19 ottobre 2015: L'IREA partecipa alla ventinovesima edizione di Futuro Remoto. Napoli, Piazza del Plebiscito, padiglione Terra.

25 settembre 2015 ore 11:00, Sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Via dei Taurini n. 19, Sala PT, Roma. Il Georadar in Italia: una comunità tecnica da promuovere, difendere ed estendere. Presentazione della Sessione Italiana della European GPR Association.

21 aprile 2015 ore 11:45, sala multimediale IREA via Diocleziano 328, Napoli. Seminario del prof. Xudong Chen, (Department of Electrical and Computer Engineering, National University of Singapore)  dal titolo "Reducing the Nonlinearity of Inverse Scattering Problems by the Subspace-based Optimization Method". 

ERMES, il Progetto FP VII coordinato dall'IREA, sul portale della Ricerca italiana del MIUR

International Space Apps Challenge, 11 e 12 Aprile 2015, Università degli Studi di Napoli 'Federico II', Via Nuova Agnano, 11, Napoli.

Nell'ambito del ciclo "A tu per tu con la scienza" incontro col pubblico di Città della Scienza in via Coroglio a Napoli dal titolo "Si forma, si deforma, si osserva. Il racconto della vita di un vulcano". Ne parlano Susi Pepe e Vincenzo De Novellis.

 


Anni:   2018   2017   2016   2014   2013   2012   2011

Contributi in rivista: 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 20172018, 2019

 

  1. Zinno I, Casu F, De Luca C, Elefante S, Lanari R, Manunta M, “A Cloud Computing Solution for the Efficient Implementation of the P-SBAS DInSAR Approach”, IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 10 (3), pp 1-16, doi: 10.1109/JSTARS.2016.2598397.

  2. Ludeno G, Nasello C, Raffa F, Ciraolo G, Soldovieri F, Serafino F, “A comparison between drifter and X-band wave radar for sea surface current estimation”, Remote sensing Molecular Diversity Preservation International, Vol. 8 (9), doi: 10.3390/rs8090695.

  3. Valente A, Sathyendranath S, Brotas V, Groom S, Grant M, Taberner M, Antoine D, Arnone R, Balch WM, Barker K, Barlow R, Belanger S, Berthon JF, Besiktepe S, Brando V, Canuti E, Chavez F, Claustre H, Crout R, Frouin R, Garcia-Soto C, Gibb SW, Gould R, Hooker S, Kahru M, Klein H, Kratzer S, Loisel H, McKee D, Mitchell BG, Moisan T, Muller-Karger F, O'Dowd L, Ondrusek M, Poulton AJ, Repecaud M, Smyth T, Sosik HM, Twardowski M, Voss K, Werdell J, Wernand M, Zibordi G, “A compilation of global bio-optical in situ data for ocean-colour satellite applications”, Earth System Science Data, Vol. 8 (1), pp 235-252.

  4. Bevacqua MT, Scapaticci R, "A compressive sensing approach for 3d breast cancer microwave imaging with magnetic nanoparticles as contrast agent", IEEE Transactions on Medical Imaging, Vol. 35 (2), pp 664-673.

  5. Catapano I, Soldovieri F, "A Data Processing Chain for Terahertz Imaging and Its Use in Artwork Diagnostics", Journal of Infrared, Millimeter, and Terahertz Waves, Vol. 38 (4), pp 518-530, doi: 10.1007/s10762-016-0340-3.

  6. De Novellis V, Castaldo R, Lollino P, Manunta M, Tizzani P, “Advanced three-dimensional finite element modeling of a slow landslide through the exploitation of DInSAR measurements and in situ surveys”, Remote Sensing, Vol. 8 (8), doi: 10.3390/rs8080670.

  7. Borgogno-Mondino E, Lessio A, Gomarasca MA, “A fast operative method for NDVI uncertainty estimation and its role in vegetation analysis”, European Journal of Remote Sensing, Vol 49, pp 137-156.

  8. Pepe A, Solaro G, Calò F, Dema C, “A Minimum Acceleration Approach for the Retrieval of Multiplatform InSAR Deformation Time Series”, IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 9 (8), pp 3883-3898.

  9. Minardo A, Bernini RZeni L, “Analysis of SNR penalty in Brillouin optical time-domain analysis sensors induced by laser source phase noise”, Journal of Optics, Vol. 18 (2), doi: 10.1088/2040-8978/18/2/025601.

  10. Bellizzi G, “A New Formulation for the Radiation Operator: Application to the Fast Computation of the Singular Value Decomposition”, IEEE Transactions on Antennas and Propagation, Vol. 64 (8), pp 3478-3486.

  11. Di Donato L, Palmeri R, Sorbello G, Isernia T, Crocco L, “A New Linear Distorted-Wave Inversion Method for Microwave Imaging via Virtual Experiments”, IEEE Transactions on Microwave Theory and Techniques, Vol 64 (8), pp 2478-2488.

  12. Loperte A, Soldovieri F, Palombo A, Santini F, Lapenna V, “An integrated geophysical approach for water infiltration detection and characterization at Monte Cotugno rock-fill dam (southern Italy)”, Engineering Geology, Vol. 211, pp 162-170.

  13. Punzo M, Lanciano C, Tarallo D, Bianco F, Cavuoto G, De Rosa R, Di Fiore V, Cianflone G, Dominici R, Iavarone M, Lirer F, Pelosi N, Giordano L, Ludeno G, Natale A, Marsella E, “Application of X-Band Wave Radar for Coastal Dynamic Analysis: Case Test of Bagnara Calabra (South Tyrrhenian Sea, Italy)”, Journal of Sensors, Vol. 2016, doi: 10.1155/2016/6236925. 

  14. Bordogna G, Kliment T, Frigerio L, Brivio PA, Crema A, Stroppiana D, Boschetti M, Sterlacchini S, "A Spatial Data Infrastructure Integrating Multisource Heterogeneous Geospatial Data and Time Series: A Study Case in Agriculture", ISPRS International Journal of Geo-Information MDPI, Vol. 5 (5), doi: 10.3390/ijgi5050073. 

  15. Azar R, Villa P, Stroppiana D, Crema A, Boschetti M, Brivio PA, “Assessing in-season crop classification performance using satellite data: A test case in Northern Italy”, European Journal of Remote Sensing, Vol. 49, pp 361-380.

  16. Lauro SE, Gennarelli G, Pettinelli E, Soldovieri F, Cantini F, Rossi AP, Orosei R, "A strategy for an accurate estimation of the basal permittivity in the Martian North Polar Layered Deposits", Geophysical Prospecting, Vol. 65 (3), doi: 10.1111/1365-2478.12443.

  17. Trivero P, Adamo M, Biamino W, Borasi M, Cavagnero M, De Carolis G, Di Matteo L, Fontebasso F, Nirchio F, Tataranni F, "Automatic oil slick detection from SAR images: Results and improvements in the framework of the PRIMI pilot project”, Deep-Sea Research Part II: Topical Studies in Oceanography, Vol. 133, pp 146-158.

  18. Kliment T, Ceti V, Tuchyna M, Kliment M, Bordogna G, “Bolegweb platform - contribution to the web communities”, AGRIS on-line Papers in Economics and Informatics, Vol. VIII (4), pp 85-95, doi: 10.7160/aol.2016.080408.

  19. Minardo A, Coscetta A, Bernini R, Zeni L, “Brillouin Optical Time Domain Analysis in silica fibers at 850 nm wavelength”, IEEE Photonics Technology Letters, Vol. 28 (22), pp 2577-2580.

  20. Zinno I, Mossucca L, Elefante S, De Luca C, Casola V, Terzo O, Casu F, Lanari R, “Cloud computing for earth surface deformation analysis via spaceborne radar imaging: A case study”, IEEE Transactions on Cloud Computing, Vol. 4 (1), pp 104-118.

  21. Gennarelli G, Vivone G, Braca P, Soldovieri F, Amin MG, “Comparative Analysis of Two Approaches for Multipath Ghost Suppression in Radar Imaging”, IEEE Geoscience and Remote Sensing Letters, Vol 13 (9), pp 1226-1230.

  22. Bordogna G, Frigerio L, Kliment T, Brivio PA, Hossard L, Manfron G, Sterlacchini S, "Contextualized VGI" Creation and Management to Cope with Uncertainty and Imprecision, ISPRS international journal of geo-information, Vol 5 (234), doi: 10.3390/ijgi5120234.

  23. Solaro G, De Novellis V, Castaldo R, De Luca C, Lanari R, Manunta M, Casu F, “Coseismic fault model of Mw 8.3 2015 Illapel earthquake (Chile) retrieved from multi-orbit Sentinel1-A DInSAR measurements”, Remote Sensing, Vol. 8 (4), doi: 10.3390/rs8040323.

  24. Fugazza C, Pepe M, Oggioni A, Tagliolato P, Pavesi F, Carrara P, “Describing Geospatial Assets in the Web of Data: A Metadata Management Scenario”, ISPRS International Journal of Geo-Information, Vol. 5 (12), doi: 10.3390/ijgi5120229.

  25. Gómez-Enri J, Scozzari A, Soldovieri F, Coca J, Vignudelli S, “Detection and characterization of ship targets using CryoSat-2 altimeter waveforms”, Remote Sensing, Vol. 8 (3), doi:10.3390/rs8030193.

  26. Euillades LD, Euillades PA, Riveros NC, Masiokas MH, Ruiz L, Pitte P, Elefante S, Casu F, Balbarani S, “Detection of glaciers displacement time-series using SAR”, Remote Sensing of Environment, Vol. 184, pp 188-198.

  27. Massa B, D’Auria L, Cristiano E, De Matteo A, “Determining the stress field in active volcanoes using focal mechanisms”, Frontiers in Earth Science, Vol. 4, doi: 10.3389/feart.2016.00103.

  28. Bresciani M, Giardino C, Lauceri R, Matta E, Cazzaniga I, Pinardi M, Lami A, Austoni M, Viaggiu E, Congestri R, Morabito G, "Earth observation for monitoring and mapping of cyanobacteria blooms. Case studies on five Italian lakes”, Journal of Limnology, doi: 10.4081/jlimnol.2016.1565.

  29. Pavesi F, Basoni A, Fugazza C, Menegon S, Oggioni A, Pepe M, Tagliolato P, Carrara P, "EDI - A Template-Driven Metadata Editor for Research Data”, International Journal of Open Source Software & Processes, Vol. 4 (1), doi: 10.5334/jors.106.

  30. Lenarduzzi L, Pepe M, “Enhancing and segmenting a remote sensing image of a glacier body”, Mathematics and Computers in Simulation, Vol. 137, Pages 411–423.

  31. Greco F, Currenti G, Palano M, Pepe A, Pepe S, "Evidence of a shallow persistent magmatic reservoir from joint inversion of gravity and ground deformation data: The 25-26 October 2013 Etna lava fountaining event”, Geophysical Research Letters, Vol. 43 (7), pp 3246-3253.

  32. Soldovieri F, Gennarelli G, “Exploitation of ubiquitous Wi-Fi devices as building blocks for improvised motion detection systems”, Sensors, Vol. 16 (3), doi: 10.3390/s16030307.

  33. Bevacqua M, Crocco L, Donato LD, Isernia T, Palmeri R, “Exploiting sparsity and field conditioning in subsurface microwave imaging of nonweak buried targets”, Radio Science, Vol 51 (4), pp 301-310.

  34. Diao F, Walter TR, Solaro G, Wang R, Bonano M, Manzo M, Ergintav S, Zheng Y, Xiong X, Lanari R, “Fault locking near Istanbul: Indication of earthquake potential from InSAR and GPS observations”, Geophysical Journal International, Vol. 205 (1), pp 490-498.

  35. Castaldo R, De Novellis V, Solaro G, Pepe S, Tizzani P, De Luca C, Bonano M, Manunta M, Casu F, Zinno I, Lanari R, “Finite element modelling of the 2015 Gorkha earthquake through the joint exploitation of DInSAR measurements and geologic-structural information”, Tectonophysics, doi: 10.1016/j.tecto.2016.06.037.

  36. Soldovieri F, Gennarelli G, Catapano I, Liao D, Dogaru T, “Forward-Looking Radar Imaging: A Comparison of Two Data Processing Strategies”, IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 10 (2), pp 562 – 571.

  37. Casu F, Manconi A, “Four-dimensional surface evolution of active rifting from spaceborne SAR data”, Geosphere, Vol. 12 (3), pp 697-705.

  38. Fiumara V, Fusco A, Iadarola G, Matta V, Pinto IM, “Free-Space Antenna Pattern Retrieval in Nonideal Reverberation Chambers”, IEEE Transactions on Electromagnetic Compatibility, Vol. 58 (3), pp 673-677.

  39. Ienco D, Bordogna G, “Fuzzy extensions of the DBScan clustering algorithm”, Soft Computing, doi: 10.1007/s00500-016-2435-0. 

  40. Gullà G, Peduto D, Borrelli L, Antronico L, Fornaro G, “Geometric and kinematic characterization of landslides affecting urban areas: the Lungro case study (Calabria, Suthern Italy)”, Landslides, doi: 10.1007/s10346-015-0676-0. 

  41. Lavecchia G, Castaldo R, de Nardis R, De Novellis V, Ferrarini F, Pepe S, Brozzetti F, Solaro G, Cirillo D, Bonano M, Boncio P, Casu F, De Luca C, Lanari R, Manunta M, Manzo M, Pepe A, Zinno I, Tizzani P, “Ground deformation and source geometry of the August 24, 2016 Amatrice earthquake (Central Italy) investigated through analytical and numerical modeling of DInSAR measurements and structural-geological data”, Geophysical Research Letters, doi: 10.1002/2016GL071723. 

  42. Minardo A, Coscetta A, Bernini R, Zeni L, “Heterodyne slope-assisted Brillouin optical time-domain analysis for dynamic strain measurements”, Journal of Optics, Vol. 18 (2), doi:10.1088/2040-8978/18/2/025601. 

  43. Stevanović MN, Crocco L, Djordjević AR, Nehorai A, “Higher Order Sparse Microwave Imaging of PEC Scatterers”, IEEE Transactions on Antennas and Propagation, Vol. 64 (3), pp 988-997.

  44. Kenner R, Chinellato G, Iasio C, Mosna D, Cuozzo G, Benedetti E, Visconti MG, Manunta M, Phillips M, Mair V, Zischg A, Thiebes B, Strada C, “Integration of space-borne DInSAR data in a multi-method monitoring concept for alpine mass movements”, Cold Regions Science and Technology, Vol. 131, pp 65-75.

  45. Cennamo N, Testa G, Marchetti S, De Maria L, Bernini R, Zeni L, Pesavento M, "Intensity-based plastic optical fiber sensor with molecularly imprinted polymer sensitive layer”, Sensors and Actuators, B: Chemical, Vol. 241, pp 534-540.

  46. Danisor C, Fornaro G, Datcu M, “Inversion Algorithms and PS Detection in SAR Tomography. Case Study of Bucharest City”, Telfor Journal, Vol. 8 (1), pp 20-25.

  47. Romeo S, Sannino A, Scarfì MR, Massa R, Dangelo R, Zeni O, "Lack of effects on key cellular parameters of MRC-5 human lung fibroblasts exposed to 370 mT static magnetic field”, Scientific Reports, Vol. 6, doi:10.1038/srep19398.

  48. Modica G, Pollino M, Lanucara S, La Porta L, Pellicone G, Di Fazio S, Fichera CR, “Land Suitability Evaluation for Agro-forestry: Definition of a Web-Based Multi-Criteria Spatial Decision Support System (MC-SDSS): Preliminary Results”, Lecture Notes in Computer Science, doi: 10.1007/978-3-319-42111-7_31.

  49. Rana FM, Adamo M, Pasquariello G, De Carolis G, Morelli S, “LG-mod: A modified local gradient (LG) method to retrieve SAR sea surface wind directions in marine coastal areas”, Journal of Sensors, Vol. 2016, doi:10.1155/2016/9565208.

  50. Testa G, Persichetti G, Bernini R, “Liquid core ARROW waveguides: A promising photonic structure for integrated optofluidic microsensors”, Micromachines Molecular Diversity Preservation, Vol. 7 (3), doi: 10.3390/mi7030047.

  51. Catapano I, Affinito A, Guerriero L, Bisceglia B, Soldovieri F, “Majolica imaging with THz waves: preliminary results”, Applied Physics A: Materials Science and Processing, Vol. 122 (5), doi:10.1007/s00339-016-0055-2.

  52. Giardino C, Bresciani M, Fava F, Matta E, Brando VE, Colombo R, “Mapping submerged habitats and mangroves of Lampi Island Marine National Park (Myanmar) from in situ and satellite observations”, Remote Sensing, Vol. 8 (1), doi:10.3390/rs8010002.

  53. Almeida ER, Porsani JL, Catapano I, Gennarelli G, Soldovieri F, “Microwave Tomography-Enhanced GPR in Forensic Surveys: The Case Study of a Tropical Environment”, IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 9 (1), pp 115-124.

  54. Ranghetti L, Bassano B, Bogliani G, Palmonari A, Formigoni A, Stendardi L, von Hardenberg A, “MODIS time series contribution for the estimation of nutritional properties of alpine grassland”, European Journal of Remote Sensing, Vol. 49 (1), pp 691-718.

  55. Busetto L, Ranghetti L, “MODIStsp: An R package for automatic preprocessing of MODIS Land Products time series”, Computers and Geosciences, Vol. 97, pp 40-48.

  56. Campos-Taberner M, Garcia-Haro FJ, Camps-Valls G, Grau-Muedra G, Nutini F, Crema A, Boschetti M, “Multitemporal and multiresolution leaf area index retrieval for operational local rice crop monitoring”, Remote Sensing of Environment, Vol. 187, pp 102-118.

  57. Campos-Taberner M, García-Haro FJ, Confalonieri R, Martínez B, Moreno Á, Sánchez-Ruiz S, Gilabert MA, Camacho F, Boschetti M, Busetto L, “Multitemporal monitoring of plant area index in the Valencia rice district with PocketLAI”, Remote Sensing, Vol. 8 (3), doi:10.3390/rs8030202.

  58. Sozer EB, Wu YH, Romeo S, Vernier PT, “Nanometer-Scale Permeabilization and Osmotic Swelling Induced by 5-ns Pulsed Electric Fields”, The Journal of Membrane Biology, Vol. 250 (1), pp 21-30.

  59. Chelonil D, Giuliani R, D'Agostino N, Mattone M, Bonano M, Fornaro G, Lanari R, Reale D, Atzori S, “New insights into fault activation and stress transfer between en echelon thrusts: The 2012 Emilia, Northern Italy, earthquake sequence”, Journal of Geophysical Research. Solid Earth, doi: 10.1002/2016JB012823.

  60. Bellizzi G, Bucci OM, Chirico G, “Numerical assessment of a criterion for the optimal choice of the operative conditions in magnetic nanoparticle hyperthermia on a realistic model of the human head”, International Journal of Hyperthermia, Vol. 32 (6), pp 688-703.

  61. Bucci OM, Crocco L, Scapaticci R, Bellizzi G, "On the Design of Phased Arrays for Medical Applications”, Proceedings of the IEEE, Vol. 104 (3), pp 633-648.

  62. Scifoni S, Bonano M, Marsella M, Sonnessa A, Tagliafierro V, Manunta M, Lanari R, Ojha C, Sciotti M, “On the joint exploitation of long-term DInSAR time series and geological information for the investigation of ground settlements in the town of Roma (Italy)”, Remote Sensing of Environment, Vol 182, pp 113-127.

  63. Iero DAM, Crocco L, Isernia T, "On the Role and Choice of Source Polarization in Time-Reversal Focusing of Vector Fields”, IEEE Antennas and Wireless Propagation Letters, Vol. 15, pp 214-217.

  64. Gennarelli G, Soldovieri F, “Performance Analysis of Incoherent RF Tomography Using Wireless Sensor Networks”, IEEE Transactions on Geoscience and Remote Sensing, Vol. 54 (5), pp 2722-2732.

  65. Persico R, Pochanin G, Ruban V, Orlenko A, Catapano I, Soldovieri F, “Performances of a Microwave Tomographic Algorithm for GPR Systems Working in Differential Configuration”, IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 9 (4), pp 1343-1356.

  66. Cherukuru N, Davies PL, Brando VE, Anstee JM, Baird ME, Clementson LA, Doblin MA, “Physical oceanographic processes influence bio-optical properties in the Tasman Sea”, Journal of Sea Research, Vol. 110, pp 1-7.

  67. Testa G, Collini C, Lorenzelli L, Bernini R, "Planar Silicon-Polydimethylsiloxane Optofluidic Ring Resonator Sensors", IEEE photonics technology letters, Vol. 28 (2), pp 155-158.

  68. Grimaldi IA, Testa G, Persichetti G, Loffredo F, Villani F, Bernini R, “Plasma functionalization procedure for antibody immobilization for SU-8 based sensor", Biosensors and Bioelectronics, Vol. 86, pp 827-833.

  69. Di Martino G, Iodice A, Natale A, Riccio D, “Polarimetric Two-Scale Two-Component Model for the Retrieval of Soil Moisture under Moderate Vegetation via L-Band SAR Data”, IEEE Transactions on Geoscience and Remote Sensing, Vol. 54 (4), pp 2470-2491.

  70. Minardo A, Bernini R, Ruiz-Lombera R, Mirapeix J, Lopez-Higuera JM, Zeni L, “Proposal of Brillouin optical frequency-domain reflectometry (BOFDR)”, Optics Express, Vol. 24 (26), pp 29994-30001.

  71. Simko M, Remondini D, Zeni O, Scarfi MR, “Quality Matters: Systematic Analysis of Endpoints Related to "Cellular Life" in Vitro Data of Radiofrequency Electromagnetic Field Exposure”, International Journal of Environmental Research and Public Health, Vol. 13 (7), doi:10.3390/ijerph13070701.

  72. Gennarelli G, Ludeno G, Soldovieri F, “Real-time through-wall situation awareness using a microwave doppler radar sensor”, Remote Sensing, Vol. 8 (8), doi:10.3390/rs8080621.

  73. Imperatore P, Pepe A, Lanari R, "Spaceborne Synthetic Aperture Radar Data Focusing on Multicore-Based Architectures”, IEEE Transactions on Geoscience and Remote Sensing, Vol. 54 (8), pp 4712-4731.

  74. Stevanović MN, Dinkić J, Đorđević A, Musić J, Crocco L, “Sparse localization of breast tumors using quasi-TE polarized antennas”, Facta Universitatis, Vol. 30 (2), pp 187-197.

  75. de Padova D, Mossa M, Adamo M, de Carolis G, Pasquariello G, “Synergistic use of an oil drift model and remote sensing observations for oil spill monitoring”, Environmental Science and Pollution Research International, Vol. 24 (6), pp 5530-5543.

  76. Cignetti M, Manconi A, Manunta M, Giordan D, De Luca C, Allasia P, Ardizzone F, "Taking advantage of the ESA G-POD service to study ground deformation processes in high mountain areas: A Valle d'Aosta case study, Northern Italy”, Remote Sensing, Vol. 8 (10), Article number 852.

  77. Ranghetti L, Busetto L, Crema A, Fasola M, Cardarelli E, Boschetti M, “Testing estimation of water surface in Italian rice district from MODIS satellite data”, International Journal of Applied Earth Observation and Geoinformation, Vol. 52, doi:10.1016/j.jag.2016.06.018.

  78. Crocco L, Di Donato L, Catapano I, Isernia T, “The factorization method for virtual experiments based quantitative inverse scattering”, Electromagnetic Waves, Vol. 157, pp 121-131.

  79. Perna S, Esposito C, Amaral T, Berardino P, Jackson G, Moreira J, Pauciullo A, Junior EV, Wimmer C, Lanari R, “The InSAeS4 airborne X-band interferometric SAR system: A first assessment on its imaging and topographic mapping capabilities”, Remote Sensing, Vol. 8 (1), doi:10.3390/rs8010040.

  80. Brando VE, Lovell JL, King EA, Boadle D, Scott R, Schroeder T, “The potential of autonomous ship-borne hyperspectral radiometers for the validation of ocean color radiometry data”, Remote Sensing, Vol. 8 (2), doi:10.3390/rs8020150.

  81. Pepe A, Bonano M, Zhao Q, Yang T, Wang H, “The use of C-/X-band time-gapped SAR data and geotechnical models for the study of Shanghai's ocean-reclaimed lands through the SBAS-DInSAR technique”, Remote Sensing, Vol. 8 (11), Article number 911.

  82. Gennarelli G, Solimene R, Soldovieri F, Amin MG, "Three-Dimensional Through-Wall Sensing of Moving Targets Using Passive Multistatic Radars”, IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 9 (1), pp 141-148.

  83. Arcaini P, Bordogna G, Ienco D, Sterlacchini S, “User-driven geo-temporal density-based exploration of periodic and not periodic events reported in social networks”, Information Sciences, Vol 340-341, pp 122-143.

  84. Cugini M, Mandelli S, Voltolina D, Cappellini G, Bordogna G, Sterlacchini S, “Valutazione della predisposizione all'incendio boschivo a scala regionale: una modellazione per misure di mitigazione ambientale”, Rendiconti online Società Geologica Italiana, doi: 10.3301/ROL.2016.43.

  85. Pareeth S, Bresciani M, Buzzi F, Leoni B, Lepori F, Ludovisi A, Morabito G, Adrian R, Neteler M, Salmaso N, "Warming trends of perialpine lakes from homogenised time series of historical satellite and in-situ data”, Science of the Total Environment, Vol. 578, pp 417–426.

  86. Persichetti G, Bernini R, “Water monitoring by optofluidic Raman spectroscopy for in situ applications”, Talanta, Vol. 155, pp 145-152.

IMG-20160205-WA0004

A distanza di meno di 4 anni (rispetto ai previsti 16 mesi) dalla posa della prima pietra, si è inaugurata oggi la nuova sede del Polo Tecnologico del Consiglio Nazionale delle Ricerche a Napoli che a breve ospiterà l'Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (IREA) e l'Istituto di Ricerca sulla Combustione (IRC), diventando così un’area di ricerca multidisciplinare sui temi del monitoraggio elettromagnetico dell’ambiente per la sorveglianza e la gestione del territorio e della riduzione, controllo e abbattimento degli inquinanti prodotti dalla combustione di fossili, biomasse, biocombustibili e rifiuti.

Il complesso di circa 10.000 mq. distribuiti su tre piani, situato in via Marconi, accoglierà oltre 120 ricercatori, tecnici e personale amministrativo e consentirà di disporre di ambienti e attrezzature più funzionali alle attività di ricerca.

“Questa sede sarà un punto di riferimento per tutto il Cnr”, ha dichiarato il Presidente Luigi Nicolais. “La sua realizzazione è frutto di un lavoro di squadra con il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche e il Comune di Napoli, grazie al quale è stato possibile stringere i tempi, solitamente lunghi, legati alla burocrazia. Questo luogo - ha poi aggiunto Nicolais - non solo è destinato alla ricerca, ma è frutto esso stesso di ricerca e innovazione tecnologica”.

In effetti per la costruzione della struttura sono stati utilizzati sistemi all’avanguardia, a cominciare da quello per la realizzazione dei solai che ha consentito di ridurre i tempi del 70% ed un risparmio di materiale rispetto ai sistemi tradizionali. Inoltre, nel rispetto dell'ambiente e dell'efficienza energetica, sono stati installati sistemi di riscaldamento che “avvertono” la presenza delle persone. In pratica la temperatura interna aumenta o diminuisce a seconda che i ricercatori entrino o escano dalle stanze.

IMG-20160205-WA0005Il Provveditore per le Opere Pubbliche, Vittorio Rapisarda Federico, ha sottolineato nel suo intervento la qualità dell’opera realizzata, non solo dal punto di vista architettonico ed estetico, ma anche tecnologico. "Oltre all’applicazione dei più recenti metodi di costruzione in zona sismica tra cui l'utilizzo di dissuasori sismici, specifiche molle poste al di sotto delle strutture - ha evidenziato il Provveditore - particolare attenzione è stata posta all’efficienza e al risparmio energetico. La struttura ha infatti facciate ventilate in cotto, infissi a taglio termico di alta tecnologia e pannelli solari in copertura. Il completamento del Polo tecnologico” - ha aggiunto il Provveditore - conclude un percorso iniziato nel 2006, quando fu stipulata la Convenzione tra il CNR e il Provveditorato Interregionale per le OO.PP che ha curato e redatto il progetto in qualità di Stazione Appaltante. La complessità del quadro normativo in campo urbanistico ha richiesto 6 anni per la posa della prima pietra, avvenuta nel luglio 2012".

Anche il vicesindaco di Napoli, Raffaele Del Giudice, intervenuto alla cerimonia, ha rimarcato la rilevanza dell’opera realizzata soprattutto per quanto riguarda l’efficienza energetica, mentre il professor Piero Salatino, intervenuto in rappresentanza del Rettore dell’Università Federico II di Napoli, ha parlato di un segno di inversione di rotta per la città.

 


Vai alle altre notizie in evidenza

 

 

  1. L'Astorina A, Tomasoni I
    sito web del progetto Food Futuring Tours in EXPO 2015
     
  2. Acutis M, Bodini A, Boschetti M, Castelli S, Centemero M, Cristiani P,Galasso I, Gandolfi C, Lopez A, Marchesini E, Pasquali S, Pettine M, Ravasio N, Speranza G, Stroppiana D, Tartari G, Tonin C, Zaccheria F, Zini E
    Strumenti innovativi per gestire, monitorare e preservare le risorse ambientali in Lombardia
     

epos

EPOS mira a creare un’infrastruttura europea di ricerca, collegando le diverse installazioni esistenti in 24 Nazioni europee, i dati associati, i modelli e le conoscenze scientifiche, in un unico sistema integrato, per una migliore comprensione del pianeta e dei processi che controllano la tettonica e le dinamiche di superficie della Terra. EPOS, inoltre, favorirà una ricerca multidisciplinare innovativa che consentirà di fornire le risposte fondamentali alle domande in materia di geo-rischi e geo-risorse.

L’IREA è responsabile del WP12 “Satellite Data” per lo sviluppo della componente satellitare di EPOS. In particolare, l'obiettivo principale è quello di contribuire con servizi (interferogrammi, mappe di deformazione del suolo e serie temporali, uso integrato di dati satellitari SAR e ottici) che hanno già dimostrato la loro efficacia nell’investigare i processi fisici che determinano terremoti, eruzioni vulcaniche ed episodi di instabilità del suolo.

 

https://www.epos-ip.org/

Committente: Unione Europea, H2020

Prime contractorINGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Periodo di attività2015 - 2019

Finanziamento IREA: € 292.500

Responsabile IREA: Michele Manunta

Attività: Interferometria Differenziale Radar ad Apertura Sintetica

Modellazione geofisica di dati telerilevati e misure geodetiche

Utilizzo di piattaforme cloud per l'elaborazione di dati SAR interferometrici

Tematica: Rischio vulcanico, sismico e idrogeologico

 

EPOS banner

I giorni 6-7-8 dicembre 2011 l'IREA di Milano ha ospitato il 2° Meeting del gruppo di lavoro "GEOHAB HAB & Ocean Colour Working Group" con la partecipazione di 9 esperti di enti e università internazionali.

Giornata dedicata a 2 Workshop IREA: Le infrastrutture di dati spaziali IREA - organizzazione, stato e sviluppi,e Servizi SWE in campo ambientale ed ecologico: il progetto EnvEurope, entrambi i seminari si tengono martedì 13 dicembre 2011 ore 10.30, Aula Riunioni Bassini, piano ammezzato, Area della Ricerca del CNR di via Bassini 15, Milano. L'evento sarà trasmesso in teleconferenza con la sede IREA di Napoli.

L'IREA partecipa alla 25° edizione di Futuro Remoto - Un viaggio tra scienza e fantascienza, in programma dall'11 al 13 novembre 2011 presso di Città della Scienza a Napoli. Nell'ambito della manifestazione il 13 novembre alle 12.30 incontro sul tema "La Terra sotto controllo. Nuove tecnologie per il monitoraggio ambientale".

Dal 7 al 9 novembre 2011 presso il Parlamento Europeo a Bruxelles si tiene lo Space Exhibition organizzato dalla rete europea NEREUS di cui IREA è partner. La manifestazione mira a far conoscere ai politici europei e agli stakeholder interessati le opportunità di sviluppo locale e regionale offerte dalle tecnologie satellitari e dal telerilevamento. Nel corso delle giornate viene proiettato il video The voices of the regions for Space prodotto da NEREUS alla cui realizzazione ha collaborato anche l'IREA .

Workshop IREA (in inglese) Application of remote sensing to analyse the extension of the freshwater Curonian Lagoon plume in the Lithuanian Baltic Sea Waters / Uso del telerilevamento per l'analisi della plume di acqua dolce della laguna dei Curi nella zona costiera del Mar Baltico, a cura di Diana Vaičiūtė della Klaipėda University (Lituania), mercoledì 9 novembre 2011 ore 10.30-12.00, sala Riunioni-Biblioteca, IREA Milano, via Bassini 15

Workshop IREA Dinamiche della vegetazione in zone semiaride: i progetti del CNR e del POLIMI in Africa /Vegetation dynamics in semi-arid climate: CNR and POLIMI experience in Africa- Understanding and monitoring of semi-arid environment dynamics: remote sensing contribution (CNR), martedì 8 novembre 2011 ore 9.00-12.00, sala Riunioni-Biblioteca, IREA Milano, via Bassini 15

La Terra sotto controllo. Nuove tecnologie per il monitoraggio ambientale, Festival della Scienza, 28 ottobre 2011 ore 17.30, Aula Polivalente San Salvatore, Genova

Workshop IREA"Mapping rice areas in the temperate zones of Eurasia: Towards a global rice map using MODIS medium resolution satellite imagery", venerdì 9 settembre 2011 ore 10.00 sala Riunioni-Biblioteca, IREA Milano, via Bassini 15

Workshop "Remote sensing of Cyanobacteria", laghi di Mantova e Garda, Stazione Sperimentale "Eugenio Zilioli", 19 luglio 2011

Quinto Workshop Tematico "Telerilevamento e Scienze della Terra", Bologna, 23-24 Giugno 2011

Secondo Workshop "USE of Remote Sensing Techniques (USEReST) for Monitoring Volcanoes and Seismogenic Areas", Napoli, 11-14 novembre 2008

 


Anni:  2018   2017   2016   2015   2014   2013   2012

 

Martedì 18 dicembre 2012 alle ore 9.00 presso l'aula Convegni dell'Area della Ricerca del CNR di Milano in via Bassini, si terrà la seconda edizione di Ricercare e Comunicare, dedicata ai temi della comunicazione pubblica della scienza. IREA è tra gli organizzatori.

Nell'ambito della XXVI edizione di Futuro Remoto, mercoledì  31 ottobre alle ore 10.30 presso la città della Scienza di Napoli l'ing. Gianfranco Fornaro terrà una conferenza per le scuole dal titolo La Terra controllata da "occhi" radar .

Venerdì 8 giugno 2012 alle ore 11:00 presso l'aula multimediale dell’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (sede di Napoli), il dr. Amelie Litman dell'Institut Fresnel di Marsiglia terrà  il seminario"The influence of the forward model formalism on 3D inverse scattering problems".

Giornata di studio su “Tecnologie Elettromagnetiche non invasive per il monitoraggio di dighe: il caso studio della Diga sul Sinni”, 30 marzo 2012 ore 10:00, Area della Ricerca del CNR di Potenza.  Scarica la locandina

Sono disponibili online al seguente link gli atti elettronici dell'evento regionale del progetto DORIS_Net: Lo Spazio per l’innovazione - Opportunità innovative e di mercato offerte dal telerilevamento da satellite.

Mercoledì 4 Aprile 2012, alle ore 11:00, presso la biblioteca dell’IREA di Milano, la dott.ssa Carolina Arias Muñoz terrà un seminario dal titolo "Geospatial Web Services for Limnological Data. Study Case Drainage Basin Of Lake Maggiore Long Term Ecological Research Site". Nel corso del seminario verranno presentati alcuni risultati ottenuti. 

Giovedì 22 Marzo 2012, alle ore 11:30, presso la biblioteca dell’IREA Napoli, il dr. Mirco Boschetti terrà un seminario dal titolo "Experience and future idea on integration of Optical data for Natural Resources monitoring". Nel corso del seminario verranno presentati alcuni esperimenti in corso.

14 marzo 2012, Riva del Garda: IREA Milano e APPA Trento organizzano la Giornata Macrofite Lago di Garda.

19 febbraio 2012: compie 12 anni la Stazione Sperimentale "Eugenio Zilioli" del CNR di Sirmione.

Giovedì 1 Marzo 2012, alle ore 10:30, presso la biblioteca dell’IREA Milano, la dott.ssa Gloria Bordogna dell'Istituto IDPA del CNR (Dalmine-Bg) terrà  una lezione-seminario su "Progettazione di basi di dati - parte II"per i partecipanti alle attivita' che riguardano i geoservizi e le infrastrutture di dati IREA. Il seminario sarà accompagnato da una esercitazione svolta da Alessandro Oggioni e Laura Criscuolo.

Giovedì 9 Febbraio 2012, alle ore 10:30, presso la biblioteca dell’IREA Milano, la dott.ssa Gloria Bordogna dell'Istituto IDPA del CNR (Dalmine-Bg) terrà  una lezione-seminario su "Progettazione di basi di dati - parte I" per i partecipanti alle attivita' che riguardano i geoservizi e le infrastrutture di dati IREA

Lo Spazio per l’innovazione: Opportunità innovative e di mercato offerte dal telerilevamento da satellite alle aziende Lombarde, evento organizzato dalla sede di Milano dell'IREA con il supporto della DG  Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione di Regione Lombardia, lunedì 30 gennaio 2012, ore 9.30 presso il Palazzo Lombardia, Piazza Città di Lombardia n. 1, Milano.

Workshop "Cyan-IS-Was project - Scientific Workshop", Stazione Sperimentale "Eugenio Zilioli", 23 febbraio 2012

Mercoledì 18 Gennaio 2012, alle ore 11:30, presso la biblioteca dell’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (sede di Napoli), il prof. Sven Nordebosi della Linnaeus University (Sweden) terrà  il seminario "Fisher information analysis with applications for inverse problems". A seguire (ore 12:00 circa),  il prof. Mats Gustafsson della Lund University (Sweden) terrà il seminario "Optimal current distributions on antennas".

 


Anni:  2018    2017   2016   2015   2014   2013   2011

 

Lunedì 2 dicembre 2013 ore 11:00, sala Biblioteca IREA via Bassini 15, Milano, seminario di John Fletcher (Dept. Applied Mathematics and Theoretical Physicis (DAMTP) University of Cambridge, dal titolo "Sensing, fractals, and sea ice", in merito alle attività di ricerca che IREA svolge sullo sviluppo di metodi per l'estrazione di parametri del ghiaccio marino con l'impiego di osservazioni remote ottico/radar.

Martedì 12 novembre 2013 ore 11:30, sala multimediale IREA via Diocleziano 328, Napoli. Seminario di Pablo J. González (Department of Earth Sciences University of Western Ontario, Canada) dal titolo "Taking the pulse of the Earth through DInSAR: volcano, earthquake and anthropogenic hazard applications"

Mercoledì 9 ottobre 2013 ore 11:00, sala multimediale IREA via Diocleziano 328, Napoli. Seminario di Eric Fielding (Jet Propulsion Laboratory, California Institute of Technology, Pasadena, CA, USA), dal titolo "Measuring Deformation due to Earthquakes and Landslides with SAR Interferometry and Pixel Offsets".

 


Anni:  2018  2017   2016   2015   2014   2012   2011